TRAME DI QUARTIERE è il nostro Polmone Urbano di Catania.

Un progetto che prende vita in uno dei quartieri più difficili di Catania, quello di San Berillo.

Lo scopo è dar vita ad un laboratorio che utilizza la metodologia del Teatro Sociale per far leva sulle risorse creative, espressive e teatrali di tutti, pur non essendo attori.

Il progetto nasce dalla consapevolezza che sia possibile usare le arti performative e audiovisive per riscoprire il patrimonio culturale materiale e immateriale di un luogo, rafforzare le relazioni cooperative tra le comunità che la abitano e costruire un’offerta culturale aperta a nuovi pubblici al fine di attivare processi di rigenerazione urbana. Attraverso questa innovativa modalità si vuol rendere fruibile una significativa parte del centro storico della città di Catania, l’antico quartiere San Berillo, che ha subito una delle più grandi operazioni urbanistiche di sventramento ed espulsione dei suoi abitanti in Italia dal secondo dopoguerra in poi. Il cuore del progetto prevede la costruzione di due laboratori: il primo è un laboratorio di “drammaturgia di comunità” con la partecipazione degli abitanti e di saperi esperti; il secondo è un laboratorio di produzione di web series su tematiche legate al quartiere e al suo patrimonio culturale. I laboratori rappresenteranno il luogo di elaborazione e sperimentazione, in chiave performativa e audiovisiva, dei contenuti multimediali di carattere storico, antropologico, urbanistico che prenderanno forma nel Centro “Trame Vive”, uno spazio espositivo e di documentazione, visitabile e consultabile da cittadini, turisti, studiosi. A completamento di esso, verranno creati, anche, dei percorsi turistici performativi permanenti all’interno del quartiere.

LE ULTIME NOTIZIE DA TRAME DI QUARTIERE

 

Trame di Quartiere: aperte le iscrizioni al laboratorio di Rigenerazione urbana

Nell’ambito del Progetto Trame di Quartiere apriamo le iscrizioni al Laboratorio di Teatro dell’oppresso sulle contraddizioni dei processi di rigenerazione urbana nel quartiere San Berillo. La partecipazione è gratuita. Contenuti del Laboratorio Qual è il confine della bellezza? Quando la trasformazione rischia di travolgere la vita di un quartiere e cambiarne natura? Quali contraddizioni e invisibili oppressioni si insinuano nei processi di cambiamento di un quartiere? Esiste un modo per rendere sostenibili i processi di rigenerazione urbana? Il laboratoriosi rivolge a quanti, pur non essendo attori, vogliono porsi e porre questi interrogativi, attraverso il Teatro dell’Oppresso, metodo teatrale elaborato negli anni ’60 da Augusto Boal in Brasile per aiutare i “campesinos” a rispondere alle situazioni di oppressione, attraverso una messa in scena di temi conflittuali e condivisi. Consiste essenzialmente nell’uso del linguaggio teatrale per avviare processi di coscientizzazione creando contesti utili per la ricerca collettiva di soluzioni. Obiettivo dei due workshop sarà dare vita a un Teatro Forum che permetterà agli abitanti del quartiere di intervenire per condividere la propria visione sui temi proposti e indagati. DURATA 2 laboratori intensivi 42 ore complessive QUANDO 24-25-26 giugno 1-2-3 luglio dalle 10.00 alle 13.00 dalle 15.00 alle 19.00 Per iscriversi: compilare la scheda di iscrizione e inviala a associazione@tramediquartiere.org entro il 15 Giugno 2016 Scheda-iscrizione-laboratorio-tdo Il laboratorio è tenuto da: Mariagiovanna Italia/ Operatrice di Teatro Sociale e di Teatro dell’Oppresso Conduce un laboratorio permanente di teatro sociale interculturale a Catania e collabora con la rete nazionale di TdO Giolli. Fa parte di Punteruolo, gruppo di Teatro dell’Oppresso di Catania. Con Officina Socialmeccanica progetta e conduce interventi di teatro sociale sulle questioni di genere e...

Nuove trame di quartiere a San Berillo

Il progetto nasce per ritessere una rete inclusiva e virtuosa intorno all’antica e dolorosa ferita urbanistica della città: il quartiere infatti, fra le aree centrali della città, è stato oggetto di un parziale piano di sventramento propedeutico a un’azione di rigenerazione negli anni post-bellici che non si è mai realizzata, col risultato di gettare nel degrado per anni l’area, i suoi abitanti e concentrare in un ghetto attività illecite. Trame di Quartiere vuole usare i linguaggi contemporanei per restituire dignità, storia e vitalità all’area urbanistica, coinvolgendo e attivando i suoi abitanti in un’esperienza di co-progettazione collettiva dell’identità del quartiere. Il progetto ha ottenuto un finanziamento di 120.000Euro totali erogati in tre anni (ottobre 2015-ottobre 2018). Catania. San Berillo, quartiere storico della città di Catania, costituisce il contesto d’azione del progetto di rigenerazione urbana “Trame di Quartiere”. Il progetto, fra i tre vincitori insieme a Periferica (Mazara del Vallo) e Street Factory Eclettica (Caltanissetta) del concorso di idee “Boom Polmoni Urbani”, ideato dal gruppo alla Regione Sicilia del Movimento 5 stelle in collaborazione con Farm Cultural Park, vuole proporre un’offerta culturale che sperimenti l’utilizzo delle arti performative e audiovisive per rendere fruibile una parte del centro storico di Catania a lungo marginalizzata, esposta al degrado e all’abbandono. Trame di Quartiere nasce da un’idea di rigenerazione e innovazione sociale finalizzata alla ricerca di nuove possibilità di sviluppo per il territorio, partendo dallo studio del contesto e intrecciando relazioni forti con gli elementi che lo compongono, siano essi spaziali, sociali, economici o culturali. E’ una sfida che si fonda su attività basate sul coinvolgimento diretto del tessuto sociale esistente. Il quartiere di San Berillo...